Mahmood Blanco Eurovision flop

Eurovision 2022 Mamhood Blanco Flop
Lo avevamo scritto una settimana fa, prima del Turquoise Carpet, ma quanto abbiamo visto durante la settimana eurovisiva non ha fatto altro che far accrescere le nostre preoccupazioni riguardo il risultato finale di Brividi, la canzone di Mahmood e Blanco.

Il brano, che su Spotify ha numeri importantissimi ed è di gran lunga la più ascoltata tra quelle in gara all’Eurovision 2022, ha ottenuto un piazzamento mediocre. Un risultato che anni fa avremmo salutato con orgoglio, ma che oggi fa aumentare i rimpianti per una partecipazione senza mordente.

Mahmood e Blanco sono arrivati (in momenti diversi…) a Torino, dimostrando fin dal primo giorno insofferenza (ne abbiamo parlato Qui).

Visibilmente stanchi a causa delle fatiche del tour hanno totalmente snobbato stampa ed eurofans. Una scelta che ha fatto arrabbiare e non poco i colleghi stranieri e che i fans della manifestazione non hanno proprio compreso, nonostante l’esibizione (piuttosto breve e portata a casa con un clima da svogliata gita scolastica) al Parco del Valentino.

Eurovision 2022, Mahmood e Blanco flop

Mahmood non ha capito quanto può essere importante l’Eurovision? Il secondo posto di tre anni fa a Tel Aviv gli ha permesso di arrivare a Torino con un credito eurovisivo incredibile e non solo grazie al brano che a marzo vinse Sanremo.

Perché trattare in questo modo il pubblico europeo che lo sta seguendo anche nel tour del vecchio continente?

Un certo dispiacere riguarda Blanco, indubbiamente uno degli artisti più interessanti della nuova generazione. L’album Blu Celeste è nella Top 5 dei migliori dell’ultimo lustro, ma perché non cercare di sfruttare la vetrina europea?

Blanco si sente già arrivato? Vero che il suo genere potrebbe non essere capito al volo all’estero, ma negli ultimi mesi abbiamo assistito a risultati impressionanti anche da parte di artisti ben poco internazionali, che hanno conquistato le prime posizioni di charts in cui notoriamente la musica italiana faceva una gran fatica anche solo ad affacciarsi.

Qual è il senso? L’Eurovision, con l’invito a Gigliola Cinquetti, ha dimostrato di credere anche nel passato per non dimenticare da dove si è partiti. Una forma di positiva autorefenzialità sulla quale Mahmood ha sputato e che Blanco non ha saputo cogliere.

Anche l’atteggiamento dei Maneskin non è piaciuto al pubblico eurovisivo, ma Mahmood e Blanco prima di arrivare a toccare le vette conquistate da Damiano, Victoria, Ethan e Thomas devono correre guardando avanti con l’occhio ben attento e diretto alla meta.

Invece, pare che i nostri rappresentanti nell’ESC di casa abbiano innestato una preoccupante retromarcia, senza accorgersi del rischio delle conseguenze di un atteggiamento supponente e poco adatto a ogni contesto artistico. Eurovision 2022 Mamhood Blanco Flop

Foto di BOGDAN CHILLDAYS PLAKOV