Dardust Notte della Taranta 2022

Dardust sarà ospite nella prima semifinale dell’Eurovision 2022 insieme a Benny Benassi e Sophie and the Giants (ne abbiamo parlato Qui).

L’artista, che ha partecipato come autore all’ESC 2019 co-firmando Soldi per Mahmood, ha rilasciato un’intervista a La Repubblica parlando del suo ruolo sul palco del Pala Olimpico, ma non solo.

“La considero un’interessante vetrina per la contaminazione tra le diverse culture, un palco perfetto per valutare l’evoluzione del pop nei diversi Paesi nell’era della globalizzazione. Ma soprattutto l’Eurovision rappresenta un manifesto della messinscena, un contenitore in cui ogni Paese offre sempre uno spettacolo nello spettacolo. La resa scenica è l’elemento che rende unico l’Eurovision rispetto a tutte le altre manifestazioni musicali.”

Eurovision 2022, parla Dardust

Sul palco del Pala Olimpico di Torino Dardust porterà un brano intitolato Dance of beauty, un viaggio in un genere musicale specifico, da Giorgio Moroder a oggi.

“Inizierò proponendo il mio nuovo singolo “Horizon in your eyes” che uscirà poco prima dell’Eurovision, poi un classico della dance tricolore dietro l’altro, per un medley di 5 minuti, dai temi fondamentali di Giorgio Moroder a Robert Miles, il cui riff di piano è diventato iconico, e altri pezzi sorprendenti della musica italiana come i Goblin dalla colonna sonora di “Tenebre”, di cui sono un grande fan, riarrangiati anche se il loro era già in origine un pezzo dance. Ci sono temi belli e nobili che vanno valorizzati. È paradossale che la dance venga abbinata a qualcosa di leggero mentre la melodia di questi pezzi è davvero notevole.”

Sul palco Dardust sarà accompagnato anche da un’orchestra diretta dal Maestro Sylvia Catasta, per un intermezzo acustico, con pianoforte e un quintetto d’archi.