Festa dell’Antica Pizza Cilentana Giungano

Ha preso il via il 6 agosto a Giungano, e dopo due anni di assenza forzata, l’attesissima sedicesima edizione della Festa dell’Antica Pizza Cilentana, organizzata da Pietro Manganelli e Giuseppe Coppola dell’Associazione Cilentum Pizza.

Per la prima volta nel programma della manifestazione trova spazio il Premio Nazionale Giungano Cilentum, nato per celebrare un territorio unico con il patrocinio del Comune di Giungano, l’Unione dei Comuni Paestum – Alto Cilento e del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Il Premio ospiterà personaggi straordinari della nostra Italia, eccellenze della cultura italiana in ogni sua espressione dalla musica, al giornalismo, all’enogastronomia, per un viaggio che affonda le sue radici nel passato ma che guarda con fiducia e forza al futuro.

Michele Pecora, direttore artistico della manifestazione, proporrà un vero itinerario nella musica popolare e contemporanea per attraversare dimensioni magiche ed incontaminate come quelle di Enzo Gragnaniello e Tony Esposito.

Festa dell’Antica Pizza Cilentana

Tony Esposito, ha saputo coniugare la musica partenopea con sonorità provenienti da tutto il mondo e con il suo sound per Pino Daniele, Edoardo Bennato, Lucio Dalla, De Gregori, Gino Paoli, Roberto Vecchioni, Lucio Battisti, solo per citarne alcuni, ha dimostrato come la musica non conosca confini, ma possa abbattere qualunque separazione e il 9 agosto porterà sul palco del Premio il suo ritmo inconfondibile:

Traghettare con il ritmo le varie culture è la mia missione. Il ritmo è un punto d’incontro, infatti è molto simile in tutti i paesi del mondo: è il binario su cui si incontrano le culture. Il mio progetto è proprio quello di unire sonorità diverse, in un ibrido che è sempre quello che preferisco, proprio per la sua capacità di rinuncia alla propria rigida identità, per incontrare altro. L’ibrido diventa così globale e nel mio spettacolo, canto non solo in napoletano, ma in africano perché come percussionista, sono un mediatore. I miei suoni sono frutto della mia esperienza, di anni e anni di lavoro, con strumenti cercati in giro per il mondo. Sono felice di essere a Giungano – spiega Tony Espositodove la tradizione guarda al futuro; credo infatti che sia un atto dovuto, trasmettere la propria esperienza, con il proprio racconto che mai potrà sostituire l’informazione asettica reperita in rete. La musica, le arti come il tramandarsi della storia e delle tradizioni, svelano il senso del “tutto”, aprendoci al mondo”.

Enzo Gragnaniello, quattro Targhe Tenco, esponente di spicco della world music, dalla voce inconfondibile, schivo e riservato, (ha scritto canzoni indimenticabili per Bocelli, Mia Martini, Murolo, Celentano) porterà sul palco del Premio a Giungano tutta la sua “anima” con la generosità di chi crede fermamente nel potere della musica:

Le mie canzoni, sono fuori dal tempo, pescano nell’invisibile della vita, quello che solo il cuore vede. La mia musica diventa world, senza volerlo, è una magia. Io sono solo un mezzo. Sono un napoletano che non ha mai lasciato la sua città, amando Napoli amo qualunque città del mondo. Sono davvero onorato e felice di essere a Giungano, dove suonerò qualche brano del disco nuovo, ma anche canzoni come Cu’mme scritto per Roberto Murolo e Mia Martini, Donna, Vasame, che ha inciso di nuovo Arisa per la colonna sonora di Napoli Velata di Ferzan Ozpetek. Sarà una serata speciale perché la bellezza e la musica parlano ai cuori delle persone e sono certo che a Giungano sarà così”.

Sul palco del Premio Giungano Cilentum, giovedì 11 agosto, saranno ospitati personaggi importanti che si sono distinti con successo straordinario e che hanno accolto l’invito con grande gioia e sentimento.

Curatrice con Michele Pecora, Melissa Di Matteo che farà gli onori di casa presentando la kermesse.

Avremo il piacere di ospitare eccellenze internazionali del giornalismo e della televisione (Rai) come Fabrizio Failla, il regista Nello Pepe, la musica e la carriera immensa di Enzo Gragnaniello. Realtà istituzionali come l’Unione dei Comuni Paestum Alto Cilento, capace di promuovere e valorizzare luoghi già noti e altri da scoprire, oltre a proiettarsi concretamente in un futuro vincente. Convergenze spa, che connette territori, avvicinando le persone che abitano e lavorano nei borghi del Cilento. Lo scrittore tedesco Peter Amann. L’idea vincente tra tradizione e innovazione del progetto artistico della nota attrice e cantante Anna Capasso con il singolo L’Estate su di Noi. Errico Porzio, il pizzaiolo più social e fantasioso che c’è, cultore della vera pizza napoletana, ma anche curioso degustatore delle pizze più chiacchierate come quelle di Briatore e Cracco… adesso per lui l’assaggio dell’Antica Pizza Cilentana!”

Tra i premiati, Nello Pepe regista, che dichiara: “Ringrazio tutti per questo premio. Torno a Giungano per la sua bellezza e perché sono molto legato a questo borgo. Avevamo una casa ad Agropoli e mio padre ci portava spesso a Giungano a mangiare la sua famosa pizza. Quei viaggi in sei in macchina e la bontà di quella pizza che ricordava il pane, sono un ricordo prezioso, che tengo nel cuore. Queste iniziative sono onorevoli, perché danno la possibilità a chi come me si è allontanato, portando con sé il profumo dell’origano del Cilento, di recuperarne la memoria. Credo che si debba consegnare alle nuove generazioni queste tradizioni, la gioia della condivisione e dello stare insieme”.

Aggiunge Fabrizio Failla.

Sono cresciuto a Nocera inferiore, ma avevamo la casa nel Cilento dove andavo estate e inverno, un luogo al quale sono davvero molto legato. Mi sento un figlio del Cilento da sempre e l’idea di poter suonare con Michele Pecora, mi esalta e mi emoziona tantissimo. Con la batteria è stato un vero colpo di fulmine, una vera gioia di vivere che si rinnova nella musica, ritrovando ricordi e una parte di me che avevo messo da parte. Ho scoperto tardi di essere un buon batterista e con lui che ama moltissimo la sua terra, è stato come ritrovarmi in famiglia, da subito. Non vado spesso a manifestazioni, perché per farlo, devo sentire mia la motivazione. Con Michele c’è stata un’intesa immediata, una familiarità che deriva dall’amore che ci accomuna per il Cilento. Sarà la prima volta che suoniamo insieme e per me, una gioia immensa. Michele è un grande maestro e questa, è la realizzazione di un sogno”.

A partire dalle ore 21.45, il Gran Galà dell’11 agosto a Giungano racconterà dal vivo e con l’emozione che merita, una pagina di Cilento dove patrimoni materiali e immateriali, bellezza ambientale e paesaggistica, storia, cultura, artigianato, bontà enogastronomiche si uniscono al desiderio di un popolo meraviglioso di crescere con passione e coraggio in un abbraccio che guarda al futuro.

Allo spettacolo dal ritmo intenso farà seguito come sempre la grande musica, tanti artisti già annunciati e novità come la partecipazione della cantautrice cilentana Piera Lombardi.