Francesco Facchinetti Conor McGregor

Francesco Facchinetti Conor McGregor
Brutta esperienza per Francesco Facchinetti. Il manager e artista, per tre volte in gara al Festival di Sanremo, ha subito un’aggressione dal lottatore irlandese Conon McGregor durante un evento a Roma.

Il figlio di Roby dei Pooh, colpito dallo sportivo, si è recato al Pronto Soccorso, dove gli hanno comunicato una prognosi di 16 giorni a causa del labbro rotto in più punti e altre contusioni.

“Devo fare una tac e un bel po’ di altri esami.”

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, Facchinetti ha confermato che denuncerà lo sportivo più pagato al mondo per le lesioni subite.

Francesco

Francesco Facchinetti aggredito da Conor McGregor

Questo il suo racconto.

“Ero a Roma per la prima del film di due tra gli artisti che seguo, Ben (Benjamin Mascolo, ndr.) e Bella Thorne, Time is Up. Anche McGregor era a Roma, per il battesimo del figlio, e ha invitato Bella con i suoi amici a una festicciola privata nel suo hotel. […] Una decina di sue guardie del corpo ci hanno fatti accomodare in una specie di stanza riunioni in cui c’era cibo e molto da bere. Dopo mezz’ora è entrato lui, tra gli applausi. Abbiamo iniziato a dialogare, a raccontarci diverse cose tranquillamente. […]

Stavamo cercando di capire se e come proseguire la serata, quando a Conor è proprio andato off il cervello. Ero a 30 centimetri da lui e mi ha tirato un pugno in faccia. Mi sono ritrovato dall’altra parte della stanza, sotto choc come tutte le persone che erano con me.”

Facchinetti conferma che tra i due non ci sono state discussioni.

“Lui non voleva tirare un pugno a me, semplicemente a un certo punto voleva tirare un pugno. Punto. Il caso ha voluto fossi lì io, ma poteva esserci mia moglie, Bella, chiunque altro. Sarebbe stato lo stesso. Ha visto nero e voleva attaccare, come fosse un pitbull.”

Le parole di Andrea Scanzi

Il giornalista Andrea Scanzi interviene sui social a difesa dell’ex Dj Francesco.

“Questa cosa di Conor McGregor che di colpo si mette a picchiare Facchinetti non è “buffa” (sui social vedo che quasi tutti la trattano così), ma mediamente terrificante.

In questi giorni McGregor è a Roma per battezzare suo figlio in Vaticano. Due giorni fa ha visto Mourinho. Hanno bevuto insieme il whisky prodotto da McGregor e Mourinho gli ha regalato una maglia della Roma col numero 10 e il suo nome.

Ieri Facchinetti e sua moglie vengono invitati per stare con lui in hotel. Facchinetti era suo fan. Si trovano All!Hotel St Regis. Per la cronaca McGregor era matto anche prima di ieri sera, e Facchinetti (come Mourinho) lo sapeva. Il lottatore era già noto per il suo insensato uso della violenza fuori dal ring. Qualche giorno fa ha sfiorato la rissa con Machine Gun Kelly. All’attivo ha già tre condanne: per aggressione nei confronti di alcuni lottatori a Brooklyn, per aver spaccato il telefono di un tifoso a Miami, per aver preso a pugni l’avventore di un pub a Dublino durante la presentazione di una marca di whisky. Inoltre, è stato accusato da una donna di violenza sessuale.

Facchinetti e sua moglie Wilma Faissol passano con lui due ore. Si divertono. Poi, di colpo, McGregor si alza e spacca con un cazzotto naso e labbra di Facchinetti, che carambola a terra e viene salvato dalle persone presenti (McGregor voleva proseguire col pestaggio). Facchinetti torna in hotel e denuncia tutto.

Secondo i racconti di Facchinetti e sua moglie, la violenza è stata totalmente gratuita e insensata. Una follia dal nulla, figlia del comportamento scriteriato di quello che – se è tutto vero – sembra più un malato mentale psichiatrico che non un “mito”.

Boh. Mi pare una vicenda allucinante. Parecchio. Molti scrivono che Facchinetti ha inventato tutto: a quale titolo? È scemo? Oppure è un bugiardo bipolare? Via, su. Per ora McGregor tace. Facchinetti può essere stato ingenuo e bischero nell’eleggere a mito un personaggio che appariva inquietante anche prima di ieri sera. Mi sfuggono però i commenti di chi gode perché “hanno legnato Facchinetti”. Ma cosa cazzo avete da esultare? Che vite misere conducete per godere di simili violenze? Quanto sta messa male la gente?”