Börni

Börni – artista svizzera scoperta in un casting per uno show televisivo – è tornata con due nuovi singoli: “I’m Alive” pubblicato lo scorso 29 luglio e “Ghost“, che ha visto la luce venerdì 26 agosto. Ad unire questi due brani è il desiderio di prendersi cura di sé e un amore incondizionato per la vita, di cui Börni ha parlato ai nostri microfoni proprio in occasione dell’uscita di questi due singoli. Ecco cosa ci ha raccontato!

L’intervista a Börni

Ciao Börni, bentrovata su IMusicFun. Come stai?

Sto bene, grazie! Esco da un periodo molto difficile della mia vita, durante il quale ho sofferto di disturbi dell’alimentazione e del sonno. Piangevo tutta la notte e ho persino pensato al suicidio. Alla fine però, grazie alla fede e a un centro specializzato, ne sono uscita e ora provo un senso di pace e gratitudine. È stato un regalo bellissimo, che mi ha resa davvero felice.

I’m Alive” è il tuo nuovo singolo. Ci racconti la sua genesi?

I’m alive” è stata scritta nel periodo più difficile della mia vita, quando tutto mi sembrava privo di senso e non speravo più in nulla. La canzone racconta di quando non si trova più una ragione per vivere e si pensa addirittura al suicidio, ma allo stesso tempo celebra la vita, la gioia di essere vivi e il riappropriarsi piano piano della propria quotidianità. Si tratta di un argomento di cui si parla ben poco e in modo non trasparente. La musica di “I’m alive” l’ho scritta invece insieme a Phil Merk, mio amico e ottimo producer.

Cosa ti ha spinta ad affrontare una tematica così delicata ed importante come il suicidio?

Parlare di questo argomento può salvare la vita di qualcuno ed io vorrei sottolineare il fatto che questo disturbo può riguardare chiunque e che in questi casi è importante farsi aiutare.

Cosa ti sentiresti di dire a coloro che stanno attraversando un momento difficile e che non trovano più alcun motivo per vivere?

Quando tutto sembra ruotare intorno ai tuoi problemi, dovresti rivolgerti a qualcuno di esterno, come un ente specializzato. Oppure potresti ritrovare forza e motivazione aiutando gli altri con i loro problemi. Questo potrebbe renderti di nuovo felice.

Questa canzone vuole anche celebrare la gioia di essere vivi. Puoi dirci tre cose che ti hanno fatta innamorare della tua vita?

  • Dio. C’è sempre stato, anche nei momenti più dolorosi, e mi ha protetta. Anche in questo momento della mia vita, in cui posso godere di nuovo della bellezza di essere viva, mi è vicino.
  • La musica. È sempre stata la passione che mi ha permesso di sognare in grande, spingendomi ad avere obiettivi più grandi di quelli che pensavo di poter raggiungere.
  • La famiglia e gli amici. I momenti trascorsi con loro sono ricordi che porterò sempre nel cuore.

Ci parli un po’ del videoclip di “I’m Alive“? Perché hai scelto di includere alcuni frammenti di backstage?

Il videoclip – diretto da Jasmin Sidler – è stato girato tra Los Angeles e Las Vegas e mostra chiaramente come nella vita si possa prendere la direzione sbagliata e optare per il suicidio, perché non si trova altra via di uscita. Tuttavia, illustra anche come, a poco a poco, si possa ritrovare la gioia di vivere grazie a ciò che si ama di più. Nel mio caso si tratta della musica ed è per questo che nel videoclip mi trovo in studio con Phil Merk a scrivere la canzone. Siamo due matti, ci divertiamo un sacco e nel video si vede. Il nostro desiderio è che possa motivare chi ha perso la speranza. Bisogna infatti ricordare a sé stessi per cosa vale la pena vivere, per poi ricercare questa cosa ogni giorno e godere finalmente appieno della vita.

Tu hai in programma di collaborare con alcune associazioni che si occupano di prevenzione del suicidio. Puoi dirci qualcosa in più a riguardo?

Sì, abbiamo registrato un’intervista con Jörg Weisshaupt per Ipsilon, Nebelmeer e Trauernetz, che verrà pubblicata presto sul mio canale YouTube e nel sito delle varie organizzazioni. Si tratta di una chiacchierata intima e sincera. Siamo inoltre in contatto con altre organizzazioni che, come me, hanno l’obiettivo di restituire la gioia di vivere a chi ha perso la speranza.

Adesso cosa bolle in pentola? Stai già lavorando a qualcosa di nuovo?

Venerdì 26 agosto ho pubblicato un nuovo singolo indie-pop dal titolo “Ghost“. Per ritrovare il bello in quella “bestia” che può essere la vita bisogna avere il coraggio di prendersi del tempo per sé stessi, isolarsi dal resto del mondo, divertirsi e poi ritornare più energici di prima.

Börni grazie per essere stata qui con noi. Buona musica e in bocca al lupo!

Grazie a voi per il supporto!