Mark Lanegan

E’ morto all’età di 57 anni nella sua casa di Killarney, in Irlanda, Mark Lanegan, grande cantautore statunitense, un’icona dell’alternative rock e del grunge.

L’annuncio ufficiale arriva direttamente dalle pagine social di Lanegan.

«Il nostro amato Mark Lanegan se n’è andato questa mattina nella sua casa di Killarney, in Irlanda. Era un cantante, un musicista e uno scrittore amato, lascia la moglie Shelley. Al momento non ci sono altre informazioni. La famiglia chiede di rispettare la sua privacy.»

Mark Lanegan

La sua carriera prese il via negli anni ‘90 con la band di Washington Screaming Trees, un progetto che precorse i tempi, creando un sound grunge.

Successivamente ha pubblicato ben 11 album da solista, ai quali hanno preso parte come ospiti artisti importanti del calibro di Kurt Cobain, Krist Novoselic, Queens of the Stone Age, Isobel Campbell dei Belle & Sebastian e Greg Dulli.

Recentemente ha pubblicato due libri. Sing Backwards and Weep, il primo, è un’autobiografia che svela diversi dettagli della sua vita privata, dalla nascita fino al 2002, anno in cui scomparve l’amico Layne Staley, frontman del gruppo grunge Alice in Chains.

Lo scorso anno, invece, ha reso disponibile il libro Devil in a Coma, progetto in cui raccontò la terribile esperienza con il Covid, dalla perdita dell’udito al coma, che lo tenne sospeso tra la vita e la morte per tre lunghe settimane.