JOVA BEACH PARTY 2022 RI-PARTY-AMO

Ri-Party-Amo è il progetto ambientale concreto e ambizioso nato dalla collaborazione tra il Jova Beach PartyIntesa Sanpaolo e WWF Italia, con l’obiettivo di rendere i giovani, le scuole, le famiglie, le aziende e intere comunità protagonisti della salvaguardia e del restauro della natura d’Italia. Il programma, che si fonda su tre principali pilastri, parte dalla pulizia delle spiagge, passa per progetti di ricostruzione naturale e si conclude con attività di educazione, sia nelle università che nelle scuole.

Nello specifico, Ri-Party-Amo agisce su tre aree di sviluppo: “Puliamo l’Italia” con l’obiettivo di pulire 20 milioni di metri quadrati tra spiagge, laghi, fiumi e fondali; “Ricostruiamo la natura” per realizzare 8 macro azioni di ripristino degli habitat e “Formiamo i giovani” con un piano formativo per più di 250mila studenti che consiste in 8 workshop universitari, borse di studio e programmi didattici per la scuola.

Grazie ad una grande campagna di raccolta fondiancora attiva sulla piattaforma di crowdfunding For Funding di Intesa Sanpaolo, ad oggi sono stati donati più di 3 milioni di euro, che saranno utilizzati per lo sviluppo del progetto. Tra tutti coloro che avranno contribuito alla raccolta, verranno poi selezionate 4.000 persone che avranno la possibilità di partecipare a due esclusivi concerti che Jovanotti terrà all’Atlantico di Roma e all’Alcatraz di Milano il 12 e il 14 novembre.

Jova Beach Party 2022 e Ri-Party-Amo

In occasione dell’ultima tappa del Jova Beach Party 2022, prevista a Bresso il 10 settembre, le attività di RI-PARTY-AMO saranno declinate secondo le seguenti modalità:

Puliamo l’Italia: il 25 settembre 20.000 metri quadri di spiaggia del Lago di Garda – Sirmione (BS) – saranno soggetti a un intervento di pulizia con la presenza di 100 volontari.

Ricostruiamo la natura: tra febbraio e marzo 2023 è previsto un intervento di ingegneria naturalistica a Bresso (MI), lungo l’asta del fiume Seveso, che rappresenta un corridoio ecologico importante all’interno dell’area urbana. Il progetto prevede interventi di riqualifica di varia natura e di educazione ambientale: piantumazione, bonifica, realizzazione aula verde e percorso didattico.

Inoltre, da fine anno, sulle sponde del fiume Lambro – più precisamente nella zona del comune di San Giuliano Milanese – si interverrà per realizzare un ripristino ambientale in un contesto antropizzato. Il progetto prevede la creazione di un’area umida con funzione di fitodepurazione delle acque di uscita del depuratore presente, la piantumazione di una fascia arborea e la realizzazione di punti informativi.

Ri-Party-Amo: i prossimi appuntamenti

I primi 8 eventi nazionali di pulizia si svolgeranno il 18 settembre nelle spiagge di Fiumicino (RM), Molfetta (BA). Policoro (MT), Bacoli (NA) e Marina di Vecchiano (PI), con centinaia di volontari coordinati da WWF Italia, che diffonderà dati e informazioni scientifiche sul tema dell’inquinamento da plastica nei nostri mari, rendendo così le persone più consapevoli e attente sulle quantità, la composizione e le fonti dei rifiuti marini. Per la pulizia dei fondali, nelle acque di Ostia (RM), Molfetta (BA) e Rosignano Solvay (LI), si immergeranno invece i volontari della community WWF Sub.

Il programma di pulizie di spiagge, fiumi e fondali continuerà poi con diversi appuntamenti fino al 2023, interessando ulteriori location come: il lago di Garda, il Fiume Po (nei pressi di Torino), il Parco delle Cinque Terre (SP), Argentario (GR), Capalbio (GR), Santa Teresa di Gallura (SS), Castel Volturno (CE), Bacoli- (NA), Bagheria (PA), Santa Flavia (PA), la Costa Agrigentina (AG), Crotone (KR), Brindisi (BR), Bisceglie (BT), Vasto (CH), Riccione (RN), il Lido di Venezia (VE) Sirmione (BS) e un tratto del fiume Po nei pressi di Rovigo (RO).

Per partecipare alla grande mobilitazione all’insegna della tutela dell’ambiente occorre iscriversi agli eventi di pulizia “Puliamo l’Italia” all’indirizzo: wwf.it/ripartyamo.