Eurovision 2022 Norvegia Melodi Grand Prix

La Norvegia, nonostante la delusione per l’ultimo posto di Malmö, sarà in gara all’Eurovision Song Contest 2025, ma, attraverso una nota, ha voluto puntualizzare alcune criticità della scorsa edizione.

“Ora l’EBU ha riconosciuto di aver avuto problemi quest’anno e sta lavorando per risolverli. E quello che ci è stato detto, oltre a quello che hanno dichiarato pubblicamente, sembra una giusta manovra. Quindi ora lavoreremo in modo costruttivo e positivo per portare la Norvegia all’Eurovision 2025.

Ci auguriamo che l’EBU garantisca che l’Eurovision Song Contest non venga utilizzato come strumento politico di propaganda, perché quest’anno ce n’è stata parecchia. È anche importante attuare dei miglioramenti drastici sul piano comunicativo, nella gestione delle crisi e nella sicurezza attorno all’evento. Vediamo se quello che EBU ha dichiarato ieri possa riflettersi nella realtà delle cose.

NRK è stata chiara nel dire che non ci impegniamo in un boicottaggio culturale. Ciò che è importante per noi è che l’Eurovision non venga utilizzata come piattaforma per la politica, e anche l’EBU non è stata in grado di mettere un freno a tutto questo. Non possiamo avere Paesi che utilizzano la competizione come piattaforma per la loro propaganda.

Spiega il capodelegazione norvegese Stig Karlsen.

Per la scelta del rappresentante per l’Eurovision 2025, con tutta probabilità la Norvegia si affiderà ancora una volta al format Melodi Grand Prix.