Eurovision 2022 Palco

Nonostante non si conoscano ancora la città e l‘Arena che ospiteranno l’Eurovision 2023, lo scenografo tedesco Florian Wieder si candida per realizzare concept e palco della kermesse. E non perde occasione per denigrare l’Italia

Dal 2011 l’artista ha lavorato per molte edizioni di Eurovision e ha anche progettato palchi per programmi TV nel Regno Unito e negli Stati Uniti, inclusi gli MTV Video Music Awards.

Parlando con la rivista online tedesca DWDL, ora rivela che sarebbe più che felice di lavorare sul palco per l’ESC del prossimo anno.

“A volte ci sono appalti, a volte qualcuno viene incaricato direttamente […] L’affidamento di appalti a volte è da intendersi anche da un punto di vista patriottico, vale a dire che gli organizzatori spesso vogliono commissionare talenti locali. Per Eurovision 2022, la Rai ha chiamato il rispettato studio di design italiano Atelier Francesca Montinaro, che ci ha regalato il sole cinetico e ha trasformato la stanza verde in un giardino lussureggiante.”

Eurovision 2023, Florian Wieder pronto per progettare il concept e il palco della kermesse

Florian Wieder chiarisce di non aver mai “fatto un’audizione” per aver progettato una fase precedente dell’Eurovision. In ogni occasione in cui è stato coinvolto, l’emittente conduttrice lo ha invitato direttamente a discutere i piani.

“Se ci verrà chiesto, presenteremo sicuramente un concept. Lo abbiamo fatto anche in Italia. Ma dobbiamo aspettare e vedere se arriva una chiamata dal Regno Unito.”

Parlando dell’Italia, Florian ha discusso del palcoscenico visto a Torino, riservando qualche frecciatina all’organizzazione tricolore.

“Hanno commesso degli errori specifici che sono facili da identificare per me poiché è il mio lavoro quotidiano. La costruzione è stata una specie di “vicolo cieco” poiché non esisteva il Piano B. Spero davvero che questo non accada mai a me perché io e il mio team abbiamo sempre un piano di riserva.

Era tutto molto problematico soprattutto perché si trattava dell’Eurovision. In ogni altro programma televisivo avresti potuto semplicemente andare dall’emittente o dalla produzione e raccontare solo a loro il problema. Ma spiegarlo a ogni singolo artista di tutti quei paesi ovviamente lo rende ancora più pubblico a così tante persone. Gli artisti hanno lavorato alla loro performance per il palco vero e proprio e hanno dovuto cambiare molto a causa di questi problemi tecnici.

La preparazione di un piano di riserva potrebbe offrire agli organizzatori maggiore flessibilità e gli artisti potrebbero sentirsi più rilassati.”

Di recente, Wieder ha progettato il palco più grande su cui abbia mai lavorato, proponendo lo stage del Bavaria sound.