Morgan

Nuovo capitolo con protagonista Morgan che, in un’intervista rilasciata a La Stampa in occasione di un concerto nell’ambito del festival Scenario Montagna, ha parlato apertamente della musica attuale, criticando le scelte artistiche di molti colleghi.

“Mi capita di ascoltare casualmente delle nuove uscite e mi fanno veramente schifo. Ci sono solo cose poco degne di nota.”

Morgan critica la musica contemporanea

“In questo momento c’è molta paura ed è arrivata a intaccare l’espressione artistica. Si è autoprotettivi rispetto alle proprie cose, ma si ha il terrore che qualcuno possa togliere qualcosa. Soprattutto il denaro. […] Gli artisti non hanno il coraggio di essere liberi nell’esprimersi.

I musicisti sono timorosi, preoccupati di perdere il loro pubblico e occupati a fare ragionamenti sulle posizioni in classifica, sulle vendite. Sono dei borghesi che fanno musica, non artisti, perché agli artisti non importa di queste cose. L’artista deve avere coraggio, non può essere così inquadrato, limitato.”

L’artista nell’intervista dichiara di ascoltare prevalentemente Ravel e di aver recentemente lavorato a un progetto in Rai insieme a Pino Strabioli, poi stoppato dalla dirigenza della televisione di Stato.

“Nella Rai degli ultimi anni non si è fatto altro che scimmiottare la tv privata per andare dietro ai numeri e ci si è dimenticati del servizio pubblico.”