Loreen

Intervista alla star Loreen, vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2012 e 2023 e ospite dell’edizione 2024, dove presenterà anche il nuovo singolo Forever.

Eurovision 2024, intervista a Loreen, ospite della finale

Iniziamo parlando del tuo anno da regina dell’Eurovision, com’è stato?
E’ stato così bello! Ma anche così rapido, ho viaggiato tanto, praticamente vissuto in aeroporto, ma è stato davvero bellissimo perché ho ricevuto così tanto amore. Non sapevo che la mia anima potesse sostenerne così tanto!

Sul palco della prima semifinale Johnny Logan ha proposto una personale rivisitazione di Euphoria. Come ti è sembrato?
E’ stato davvero romantico, con l’orchestra… Ero davvero felice! Tutto bellissimo, dopotutto era “Euphoria”! Suonava veramente bene!

Credi che i successi all’Esc abbiano modificato la percezione del pubblico nei confronti degli artisti svedesi?
Non saprei e non penso sia importante. All’Eurovision è più importante stare insieme, indipendentemente dal paese di origine. Siamo qui tutti insieme e insieme costruiamo questo spazio. Svezia, Norvegia, Italia, Portogallo… Non mi focalizzo sugli artisti svedesi, ma sulla forza della musica.

Tattoo ha toccato quota 500 milioni di stream su Spotify. Qual è il segreto che rende questa canzone così speciale?
Questo brano è speciale perché rappresenta tante cose, ha diverse sfumature che si possono cogliere ascolto dopo ascolto. Tutto ciò che siamo è estremamente bello, anche il dolore e le difficoltà hanno qualcosa di positivo e “Tattoo” rappresenta tutto ciò e per questo l’amo tanto.

Ora torni con il nuovo singolo “Forever”. Cosa rappresenta nel tuo percorso artistico?
Non saprei, lo scopriremo! La canzone è una dichiarazione d’amore, sono io con ogni cellula del mio corpo che voglio dimostrarvi gratitudine e amore. La vittoria dell’anno scorso è stata un bellissimo regalo che mi avete fatto perché l’abbiamo creata insieme. Io mi sono presentata con la performance, voi vi siete connessi con essa, vi ho mandato amore e voi avete ricambiato. E’ stato curativo per me. Per un anno intero ho sentito di amare questo spazio e volevo restituire qualcosa, così ho creato “Forever”, una sorta di seguito di “Tattoo”. E’ una dichiarazione d’amore per voi.

Come definisci oggi la scena musicale svedese?
E’ molto attiva! La musica pop contemporanea ha da sempre una matrice svedese, ma penso che la musica provenga da ogni dove con stili diversi.

Hai appena annunciato un lungo tour che toccherà anche l’Italia. Cosa ti piace del nostro paese?
Avete un’ora? Fatemi prendere un bel respiro, perchè non è facile sintetizzare il mio pensiero sull’Italia. Possiamo cominciare con il vino? Possiamo continuare con la pasta? Ma anche la natura, i paesaggi, il Lago di Como. Voglio dire, è meravigliosa! Siete fortunati!

Cosa pensi della musica italiana?
La musica italiana porta con sè pathos, passione. Percepisco un sacco di emozioni. Arrivano spesso potenti ballate, ma c’è passione nel cibo, passione nelle persone, c’è passione, passione, passione. Molta dinamicità tra amore e dolore; questa è l’Italia. Forse sono una inguaribile romantica, ma l’opera è straordinaria. Puccini… le sue opere… uniche… Amo l’Italia in tutte le sue forme!

Videointervista a Loreen