Eurovision 2023 Boris Johnson

Eurovision 2023 Boris Johnson
Confusione attorno all’Eurovision 2023, dopo la notizia che l’EBU ha ufficialmente invitato la BBC a lavorare per organizzare la kermesse nel Regno Unito (ne abbiamo parlato Qui).

La televisione ucraina ha chiesto all’EBU una proroga per cercare di trovare una soluzione consona e adeguata, mentre il Primo Ministro inglese Boris Johnson ha rilasciato alcune dichiarazioni piuttosto chiare.

Eurovision 2023, Boris Johnson spinge la kermesse lontano dal Regno Unito

“Gli ucraini hanno vinto l’Eurovision Song Contest. So che avevamo una canzone fantastica, so che siamo arrivati secondi e mi sarebbe piaciuto portare la kermesse a casa nostra, ma il fatto è che loro hanno vinto, meritandolo. Credo che loro possano organizzarlo e debbano organizzarlo. Penso che Kiev o un’altra città sicura sarebbero un posto fantastico per ospitare il prossimo Eurovision.

E’ giusto portare via la rassegna da un Paese che sta lottando per la democrazia, per conto del mondo civilizzato? Manca un anno, andrà tutto bene quando arriverà l’Eurovision, spero che chi decide lo capisca…”

Nel frattempo sono numerose le città inglesi che a breve formalizzeranno una candidatura.

Il quotidiano inglese The Guardian, invece, lancia una provocazione. Se la prossima edizione dell’Eurovision si svolgesse a Bruxelles? Un’ipotesi suggestiva e legata a un concetto di identità europea…