Fedez J Ax Love Mi

J-Ax ha rilasciato una lunga intervista a Oggi, parlando, tra le altre cose, anche di Fedez e del loro riavvicinamento, celebrato anche sul palco di Piazza Duomo in occasione di Love Mi.

“Ci siamo conosciuti negli studi della Best Sound e ci siamo piaciuti. Da lì, abbiamo iniziato a cantare l’uno nei dischi dell’altro e inizialmente ci trovavamo d’accordo anche dal lato imprenditoriale. Ma io, a un certo punto, ho capito che voglio fare l’artista e basta. Le nostre visioni sono diventate inconciliabili. Abbiamo litigato e c’è stata molta chiusura da parte di entrambi.”

Un riavvicinamento avvenuto prima della diagnosi della malattia di Fedez.

“Abbiamo fatto pace tre giorni prima della sua diagnosi.”

Un percorso, quindi, di nuove consapevolezze.

“Gli errori mi hanno portato a essere dove sono adesso e sono contento.”

J-Ax parla di Fedez

J-Ax torna a parlare di Fedez.

“Mi ha telefonato per propormi di partecipare al concerto di Milano ma io non gli ho risposto perché avevo bloccato il suo numero. Poi ci siamo finalmente parlati e chiariti. La vita insegna molto, quando ti mette di fronte a problemi seri.”

Una nuova collaborazione è possibile?

“Possiamo ancora fare musica insieme benché diversissimi di carattere, un po’ come John Lennon e Paul McCartney.”