Memo Remigi

Memo Remigi Comoshapira
Ci sono artisti che hanno scritto pagine importanti nella storia della musica e che spesso, dopo anni sui palchi, si accontentano di mantenere una posizione più defilata. Non è il caso, però, di Memo Remigi che a 83 anni suonati ha pubblicato il singolo Comoshapira insieme a Nartico.

Nelle ultime stagioni il cantautore di Innamorati a Milano ha stupito il pubblico per dinamicità e istrionismo, con le sue costanti partecipazioni televisive.

Ed è proprio in televisione nel pomeriggio di Rai 1 in cui venerdì 13 agosto ha presentato il pezzo suscitando entusiasmo e curiosità! Le stesse sensazioni che il pubblico già aveva avvertito in occasione dell’esibizione su La 7 di un paio di mesi fa.

Il brano farà parte del nuovo album del cantautore che vedrà la luce in autunno. Se questa fosse una carta da giocare anche in vista del prossimo Festival di Sanremo?

Memo Remigi

Memo Remigi Comoshapira feat. Nartico

La storia autoriale di Memo Remigi incontra il talento di Nartico, giovane cantautore della scena indie, ed è subito magia.

Si torna a cantare l’amore, ma questa volta in una chiave inedita, moderna e dinamica, facendoci vivere le grandi passioni e i sentimenti attraverso un caliente reggaeton.

Comoshapira è una parola nonsense in linea con il personaggio televisivo che Memo in questi ultimi anni ha proposto al pubblico. Uno spiccato humor misto alla sua eleganza, capace di essere sempre contemporaneo: al pianoforte, come nelle strade d’Italia a prodigarsi in interviste surreali, tanto da guadagnarsi uno spazio virale sui social.

Comoshapira è prodotto da Clodio Music e scritto da Remigi-Nartico, per le edizioni musicali Clodio Management & Novalis. La produzione artistica è a cura di Francesco Morettini e Luca Angelosanti per Casamusica.

Il brano è accompagnato da un videoclip realizzato dal regista Davide Legni che riesce a far vivere con grande intensità le emozioni che solo un cantante dalla vocalità elegante come Memo Remigi può trasmettere con un ritmo incisivo e la trasversalità di Nartico, intenso con le sue incursioni dal fraseggio intenso e modernissimo.

Le immagini sono davvero eloquenti, così come il corpo di ballo che si muove sulle coreografie del mitico Enzo Paolo Turchi.

Comoshapira – il testo

Memo Remigi Comoshapira

Nella plaze del sol

se ci penso sai

ti vedo ancora

tu che arrivi così

col tuo vestito bianco

e un fiocco viola

come è stato non so

tutto così all’improvviso

tu avevi però

le chiavi del paradiso

liberi di sognare

Non bastarci mai

ComoShapira​ reggaeto

o plaza del sol

baila baila maradon

A cercarti mille volte ancora

sera dopo sera

ComoShapira reggaeton

o plaza del sol

baila baila maradon

col to profumo da gitana

che mi sfiora ancora

suona un reggaeton

suona un reggaeton

solo adesso lo so

il tempo tutto

non può cancellare

come un quadro Van Gogh

il tuo ricordo

prende sempre più valore

non ho un piano

ma una chitarra

io che ho sbagliato quasi tutto

perché chi fa chi sbaglia

io che rimango fuori al freddo

per guardare l’alba

tu che al sole fai più luce

di una nara bianca

estate come a te

stanotte e tutto spento

un battito di ciglia

una piuma sul cemento

c’è silenzio tutto intorno

ma il vuoto è dentro

ma il vuoto è dentro

ComoShapira​ reggaeton

o plaza del sol

baila baila maradon

A cercarti mille volte ancora

sera dopo sera

ComoShapira reggaeton

o plaza del sol

baila baila maradon

col tuo profumo da gitana

che mi sfiora ancora

suona un reggaeton

suona un reggaeton

nel tuo mare più blu

(non un piano ma una chitarra)

quando nato alle onde

(io che ho sbagliato quasi tutto

perché chi fa sbaglia)

ho lasciato laggiù

(io che rimango fuori al freddo

per guardare l’alba)

il mio passato è presente

(tu che al sole fai più luce

di una nara bianca)

estate come a te

stanotte e tutto spento

un battito di ciglia

una piuma sul cemento

c’è silenzio tutto intorno

ma il vuoto è dentro

ma il vuoto è dentro

ComoShapira​ reggaeton

o plaza del sol

baila baila maradon

A cercarti mille volte ancora

sera dopo sera

ComoShapira reggaeton

o plaza del sol

baila baila maradon

col to profumo da gitana

che mi sfiora ancora

suona un reggaeton

estate come a te

stanotte e tutto spento

un battito di ciglia

(suona un reggaeton)

una piuma sul cemento

c’è silenzio tutto intorno

ma il vuoto è dentro

ma il vuoto è dentro