Gipsyland

Dopo lo stop forzato dello scorso anno, dovuto all’emergenza sanitaria, il 5 e 6 agosto torna il consueto appuntamento con Gipsyland, che quest’anno spegnerà a Cisternino – in provincia di Brindisi – ben 12 candeline. Dopo sette anni, durante i quali il festival si era concentrato in un unico giorno, Gipsyland torna infatti a sdoppiarsi in due serate. Inoltre, se per ben 9 anni il festival si è tenuto nella Celebre Torre Regina Giovanna, negli ultimi 2 si è spostato oltre le mura dell’antica Masseria Montereale, che si affaccia sulla splendida Valle d’Itria.

La line-up di quest’anno vedrà grandi esponenti della musica elettronica italiana e internazionale far ballare i visitatori fino all’alba. Tra loro figure storiche dell’elettronica mondiale come Danny Tenaglia, Dj Stingray 313, Move D e JUS ED. Ma anche icone della club culture italiana, come Lele Sacchi, Alex Neri e Farfa, e la new generation italiana rappresentata da Fedele, Sgamo e tanti altri.

Gipsyland: gli stage

In occasione della dodicesima edizione di Gipsyland, oltre a tanta musica live, sono previsti: spettacoli di danza e teatro, mercatini vintage e artigianali, acrobati e tanto altro. In particolare, anche quest’anno gli stage saranno ben cinque.

AIA: Il palco principale, circondato dalle antiche mura della Masseria, diventa una grande scenografia della consolle, in cui si esibiranno i dj appartenenti al mondo della musica house.

PANORAMIX: Una scenografia che richiamerà i suggestivi tendoni del circo ospiterà le esibizioni di alcuni
dei migliori esponenti della scena musicale elettronica internazionale.

ULIVETO: Immerso negli ulivi pugliesi, è il palco designato alla musica Urban (il venerdì) e a quella degli
artisti locali (il sabato).

PINETA: Il Gipsyland è un luogo lgbtqia+ friendly in ogni suo angolo. Ed ecco che la Pineta riflette lo spirito della cultura musicale queer e del clubbing internazionale ispirato alle icone per i diritti civili.

TEATRO BISTROT: In questo spazio, in cui verrà ricreata l’atmosfera dei teatri di varietà, sarà possibile cenare e assistere a performance teatrali e musica dal vivo. La presenza di food truck e sedute permette
inoltre di assaporare nell’area attigua alcune specialità tipiche pugliesi.

Gipsyland e la sostenibilità

Da quest’anno, Gipsyland diventa un evento sostenibile ideato, pianificato e realizzato in modo da minimizzare l’impatto negativo sull’ambiente e da lasciare un’eredità positiva alla comunità che lo ospita. Alla base di questo ci saranno dunque un’attenta pianificazione e organizzazione, allo scopo di prevenire le criticità con un approccio gentile e partecipativo nello spirito della manifestazione. Si prenderanno così in considerazione i fattori Energia, Mobilità / Accessibilità, Rifiuti e Comunicazione.