EBU Russia

L’esclusione della Russia dall’Eurovision Song Contest 2022 è solo il primo passo di un vero e proprio allontanamento del paese dall’Europa e dalle attività internazionali.

Le emittenti russe VGTRK, Pervyj kanal e Radio Dom Ostankino hanno abbandonato l’European Broadcasting Union (EBU).

Questo il testo del comunicato ufficiale.

“Pervyj kanal, VGTRK e Radio Dom Ostankino annunciano il loro ritiro dall’European Broadcasting Union come risposta all’esclusione della Russia dal concorso canoro Eurovision 2022, che consideriamo un sacrificio politico inappropriato in un forum musicale che ha sempre sottolineato il suo status non politico.”

EBU, le emittenti russe abbandonano l’European Broadcasting Union

Il sito russo Sputniknews commenta in maniera molto dura l’esclusione dall’Eurovision e il conseguente abbandono all’EBU.

“Nel 2016 ha vinto la canzone 1944, un manifesto politico aperto. Allo stesso tempo, qualche anno dopo, gli organizzatori del concorso hanno squalificato la Bielorussia, un chiaro riferimento proprio alla politica.

Questi sono solo due esempi di una lunga serie di momenti in cui gli organizzatori hanno trattato il termine ‘politica’ in modo parziale e selettivo. Hanno soddisfatto le volontà dell’Unione Europea, nonostante il fatto che la metà dei membri dell’EBU non ne faccia parte.

Sfortunatamente, l’EBU si è trasformata in un club i cui componenti non si trovano nelle medesime condizioni. Riteniamo, quindi, impossibile per noi stessi rimanervi più a lungo.”