Gianluca Grignani

Gianluca Grignani, a poche settimane dal concerto del Fabrique, in un’intervista al Corriere della Sera parla a 360 gradi di musica, famiglia, tra passato, presente e futuro.

“Non è un periodo di buio, è un periodo di raccolta. Ho cominciato a seminare quasi trent’anni fa e adesso eccomi, voglio i frutti.”

Il cantautore, dopo 17 anni, si è separato dalla moglie Francesca Dall’Olio, dalla quale ha avuto quattro figli.

“Non ho mai amato in vita mia. Ho scritto canzoni d’amore per trovare qualcuno da amare. Ma io sono vergine su quel territorio, non credo di aver mai amato nei modi che ho in testa. […]

Sono un papà pieno di paure. Non so se sarò all’altezza, se riuscirò a fare bene. Una volta Giselle mi ha chiesto se essere un artista voleva dire essere come me. Come fai a spiegare a una bambina che un artista è libero per natura? E che certe canzoni nascono da un dolore indicibile? E che qualche volta le canzoni migliori mi vengono mentre sono a tavola o in viaggio? E che una volta, tanti anni fa, mentre tutto il mondo mi credeva morto, io stavo girando l’America Latina? Impiegherò anni a spiegare tutto questo ai miei figli e spero di avere ancora molto tempo davanti.”

Gianluca Grignani

“Rkomi o Irama mi chiamano leggenda e mi rispettano. La musica è stata sempre dalla mia parte.”

Gianluca Grignani parla poi di Lucio Dalla.

“Quando lo incontrai per la prima volta, a casa sua, ci mise un po’ a venire allo scoperto, quasi si nascondeva dietro a una poltrona, forse, chissà, temeva il mio giudizio sulle sue scelte erotiche, ma figuriamoci. C’è però un aneddoto curioso che non ho mai raccontato a nessuno. Quando io feci il primo disco, Dalla chiamò a casa mia. Io ero fuori, rispose mia madre. Lucio disse che avrebbe voluto invitarmi in barca con lui e con il suo team. Mia madre rispose: ‘Signor Dalla, Gianluca non è mica il tipo’. Cioè capisce che mia madre, anche se involontariamente, stava azzoppando la mia carriera sul nascere? Penso che se Dalla avesse continuato a starmi vicino la mia vita sarebbe stata diversa.”