Marco Mengoni

Marco Mengoni forum
Nessuno ha mai avuto dubbi sul fatto che Marco Mengoni sia un artista completo, con una levatura notevole, ma ogni volta un suo concerto si trasforma in un vero e proprio happening.

Dopo i concerti negli stadi di Roma e Milano della scorsa estate, il rischio di ripetere uno spettacolo già visto aleggiava anche tra i pensieri di fan e addetti ai lavori.

Vedere Marco così in forma su un palco come quello del Forum di Assago e con un’idea di show ben precisa rappresenta una conferma per nulla scontata.

Marco Mengoni apre il live con Cambia un uomo, pezzo uscito lo scorso anno che il cantautore intona dalla platea, partendo, quindi, dal basso e guadagnando il centro della scena.

“Che botta! Non credevo arrivasse quella botta emotiva che ti fa piangere. Quando vi ho visti… ho tremato. Grazie per essere qui tutti stasera!”

Il palco è grandioso e l’artista scherza amabilmente con il pubblico, giocando anche con le sue emozioni, in un susseguirsi di sensazioni positive.

Quello che emerge da uno spettacolo musicalmente perfetto e in cui lo staging ricopre un ruolo essenziale, pur non facendo mai perdere l’attenzione sulle canzoni, vero e proprio fulcro di una scaletta ricca, completa e che si snoda tra i brani di una carriera lunga 13 anni.

La prima parte è un omaggio a quell’idea del club anni ‘70 già evocata la scorsa estate, ma diversi brani meritano un plauso.

Dal punto di vista strettamente musicale non si può non notare un’eterogenea omogeneità del suono. Un lavoro certosino realizzato anche sui pezzi di inizio carriera che, con un’interpretazione più matura, trovano una linfa nuova, pur senza snaturarsi.

Un mood in crescendo tra pezzi da dancefloor e brani in cui l’introspezione è garantita da una voce perfetta e in grado di regalare allo spettatore pathos. Una sublimazione di sensazioni circolari, richiamate da un palco futuristico, che non ruba mai la scena a Marco, mattatore e protagonista anche con iconici cambi d’abito.

“Milano è la città della moda e io qui devo fare una sfilata…”

L’annuncio di Marco negli Stadi 2023 rappresenta una conseguenza logica di un percorso in continua evoluzione. Un’escalation palese anche in Materia (Pelle), di cui il cantautore propone un’anteprima. Un disco nuovo, a tratti anche sperimentale, ma che non perde mai quella forza che sul palco fa rima con cuore.

Tra i pezzi più apprezzati della nouvelle vague c’è In Città, dedicata a Milano e a quel mood che evoca malinconia, frenesia in un’ode al divertimento.

“Non dovrebbe importante a nessuno chi siamo e a noi i loro giudizi.”

Una serata perfetta, in cui quel “muro di sconosciuti” ha regalato un ulteriore senso di vicinanza a un artista lontano anni luce da quel ragazzino spaurito che 13 anni fa vinse X Factor, dando il via a una carriera che meriterebbe un ulteriore salto. Una definitiva consacrazione internazionale supportata da pezzi all’altezza, che dal vivo assumono una connotazione ancor più speciale.

Marco Mengoni al Forum, la scaletta

  • 1. Cambia Un Uomo
  • 2. Esseri Umani
  • 3. No Stress
  • 4. Voglio
  • 5. Muhammad All
  • 6. Psycho Killer
  • 7. Credimi Ancora
  • 8. Mi Fiderò
  • 9. Tutti I Miei Ricordi
  • 10. Luce
  • 11. Proteggiti da me
  • 12. Una Canzone Triste
  • 13. Parole In Circolo
  • 14. L’Essenziale
  • 15. In Città
  • 16. Sai Che
  • 17. Hola
  • 18. Ti Ho Voluto Bene Veramente
  • 19. Duemila Volte
  • 20. Guerriero
  • 21. Ma Stasera
  • 22. Pronto A Correre
  • 23. lo Ti Aspetto
  • 24. Ancora Una Volta
  • 25. Buona Vita