Michele Bravi

E’ uscito il nuovo brano di Michele Bravi Cronaca di un tempo incerto, scritto dallo stesso cantautore con Federica Abbate, Cheope e Francesco “Katoo” Catitti, che ne ha curato anche la produzione.

Il pezzo, che si inserisce in un discorso più ampio, chiude il racconto de La Geografia del Buio. Un progetto artistico dove la parentesi musicale abbraccia la forma del cortometraggio cinematografico.

“A chiusura di un disco che ha definito il mio percorso musicale degli ultimi anni, ‘Cronaca di un tempo incerto’ è la narrazione desolata di un mondo sul margine estremo dell’indeterminatezza.

Il percorso nel buio si chiude con il tentativo ultimo di cercare e portare in salvo dall’oscurità qualcosa che non si sia scheggiato, che sia rimasto intero.”

Così Michele Bravi descrive il progetto, accompagnato da un videoclip ufficiale, disponibile da lunedì 25 ottobre, presentato in anteprima ad Alice nella Città, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dedicata alle nuove generazioni, questa sera venerdì 22 ottobre.

Il corto, sceneggiato da Michele Bravi e Nicola Sorcinelli, che ne ha curato anche la regia per la produzione di Borotalco.tv, ha come protagonisti Michele stesso e l’attore Sergio Albelli.

“Sono tanto orgoglioso di vedere come la creatività musicale possa rompere gli argini ed entrare nel mondo del cinema con un progetto delicato e allo stesso tempo umanamente violento.

È importante, ora più che mai, poter sostenere il mondo dello spettacolo nel suo insieme. C’è bisogno di pubblico nelle sale e c’è bisogno di musica come mai prima.

‘Cronaca di un tempo incerto’ è l’occasione perfetta per me e per il mio pubblico di celebrare la forza della ripartenza.”

In occasione dell’uscita del nuovo brano, Michele annuncia la pubblicazione dell’extended version del concept album La Geografia del Buio, disponibile ora su tutte le piattaforme digitali e dal 12 novembre in formato fisico LP rosso marmorizzato in edizione limitata autografata e con copertina esclusiva.

Michele Bravi Cronaca di un tempo incerto, la presentazione

Michele Bravi ha presentato il progetto in un incontro con la stampa organizzato al Cinema Anteo di Milano.

“Sono anni che non faccio una conferenza stampa in presenza. Il fatto di vedervi qui è davvero bello. Oggi festeggio la fine di un progetto, un’indagine su un dolore che si chiude.

Ora pongo l’attenzione sull’incertezza per superare il trauma.

La vita si declina sempre all’indicativo presente. Oggi questo concetto assume un’importanza ancora maggiore.

La Geografia del Buio non è un disco su come trovare la luce, l’ho spiegato spesso. In questo nuovo brano pongo l’attenzione sul fatto che l’unico modo per uscire dall’incertezza ee accettarne l’esistenza.

Questo è l’ultimo capitolo e ci tenevo ci fosse un cortometraggio per rendere ancora più vera un’idea. Un racconto sul trauma che diventa un cortometraggio penso sia la cosa migliore possibile.

La realizzazione di un contenuto così complesso mi fa ben sperare per il futuro.

Io sono un creativo, non solo un cantante e un cantautore. La creatività può rompere gli argini toccando anche settori diversi tra di loro. Vedere adesso che non si parla più di un videoclip, ma di un progetto più ampio mi riempie di gioia.”

Il corto, liberamente ispirato a La strada di Cormac McCarthy, verrà presentato, come detto, alla Festa del Cinema di Roma.

“La Festa del Cinema di Roma è un traguardo anche per la mia squadra, con la quale lavoro da tempo e che stimo tantissimo.

Vedere una squadra completa celebrata in un’evento cosi è un traguardo per tutti. E’ stato un lavoro di squadra intenso, ma soddisfacente che tenevo nel cassetto da tempo. Abbiamo realizzato una piccola produzione, ma con grandi nomi. La fiducia che mi hanno dato è stata ripagata dal risultato.”