Morgan Ligabue

Morgan in un’intervista rilasciata a Maurizio Caverzan per La Verità, ha parlato a 360 gradi di musica, non risparmiando qualche frecciatina a Ligabue.

Le prime parole sono per il Ministro Gennaro Sangiuliano, che ha scelto Beatrice Venezi come consigliere per la musica.

Il ministro Sangiuliano si sta circondando di persone valide. Appena ho saputo della nomina di Beatrice Venezi le ho mandato un messaggio di congratulazioni e di auguri, offrendo la mia massima disponibilità a collaborare. Abbiamo già lavorato insieme e lo faremo ancora, per esempio a Taormina. Sono a disposizione per offrire la mia competenza al Paese, non chiedo niente. Se il ministro e il premier devono dare degli incarichi, a chiunque, me compreso, lo facciano in base a criteri di merito e non di riconoscenza. Io vorrei dedicarmi alla tutela degli artisti, per rendere più produttivo il lavoro dei cantanti, dei cantautori, dei compositori, degli uomini di arte.”

Morgan parla di Ligabue e dei Maneskin

“I Maneskin? Hanno un sound strepitoso, che giustifica i loro pizzi e merletti. Se li confronta con la condizione miserrima del sound italiano contemporaneo, sembrano i Creedence Clearwater Revival!”

Poi un affondo sulla musica italiana e su Ligabue.

“In Italia domina la paura, per questo le canzoni sono costruite sempre sui soliti quattro accordi del giro di do. Come tu li metti, si tratta sempre di accordi tonali che già negli anni Quaranta sarebbero stati banali. Il Trio Lescano faceva canzoni più audaci di Ligabue.”