Dardust Duality Tour

Ha preso il via al Teatro Rossini di Civitanova Marche il tour di Dardust “Duality + guests”. Il compositore, pianista e performer marchigiano, nato ad Ascoli, ha saputo creare un’atmosfera magica e coinvolgente, grazie alla sua musica unica e originale, che unisce la tradizione classica alla modernità elettronica.

Il concerto si è diviso in due parti. Nella prima, Dardust ha suonato al piano sonorità delicate ed intime, che esprimevano la sua sensibilità e la sua emozione interpretando le quattro stagioni primavera, estate, autunno ed inverno. Lo stesso pianoforte era posizionato su di una pedana che ruotava a 360°, proprio a creare il tema delle stagionalità. Il tutto reso emozionale grazie alla sincronizzazione con luci e video che cambiavano ad ogni brano e si adeguavano al ritmo delle canzoni.

Nella seconda parte Dardust ha dato spazio alla sua parte più ritmica e dinamica, con brani elettronici e coinvolgenti, che hanno fatto ballare e vibrare il pubblico. Il tutto è stato arricchito dalla presenza di Saturnino, il bassista di Jovanotti, che ha accompagnato Dardust in alcuni brani, creando un connubio perfetto tra le due sonorità.

In scaletta Dardust ha inserito una sua personale reinterpretazione de “Il signore del bosco”, canzone prodotta assieme al rapper Massimo Pericolo nel 2022 e un omaggio alla pizzica salentina con “Antidutum Tarantulae” facendo esibire sul palco dei tamburrellisti.

Il tour di Dardust, organizzato da BPM Concerti, proseguirà con altri quattro appuntamenti. Qui le date.

Dardust inaugura con Saturnino il tour “Duality + Guests” a Civitanova Marche – scaletta

ATTO I

  • 1 PRIMAVERA
  • 2 ESTATE
  • 3 AUTUNNO ruckenfigur w/Saturnino
  • 4 INVERNO
  • 5 HALFTIME: PETALS

ATTO II

  • 6 COORDINATES: PARALLEL 42
  • 7 ADDOSTAJE
  • 8 WE’RE READY TO SHINE AGAIN
  • 9 SIGNORE DEL BOSCO
  • 10 BAROCCO DISCO: FLUID LOVE
  • 11 FORGET TO BE
  • 12 SUBLIME
  • 13 ANTIDUTUM TARANTULAE
  • 14 EPIC JAPAN: HORIZON IN YOUR EYES
  • 15 SPACE SAMURAI w/Saturnino
  • 16 BARDAGINN
  • 17 THE WHISTLE
  • 18 HYMNS: THE NEVER ENDING ROAD
  • 19 STORM AND DRUGS
  • 20 HYMN

Articolo di Andrea Alessandrini Gentili