Francesco Gabbani Forum di Assago

Francesco Gabbani conquista il Forum di Assago in una fresca serata di autunno. Potrebbe sembrare il titolo di un romanzo d’altri tempi, ma semplicemente queste poche parole riassumono l’atmosfera creata dal cantautore carrarese, capace anche in questa occasione importante di rispettare sé stesso, il pubblico e un repertorio musicale ampio e ricco di sfumature.

L’emozione è tangibile fin dalla prima canzone e dagli attimi che hanno preceduto il via, con immagini di felicità sparse sullo schermo, in un mood che evoca l’album di inediti uscito lo scorso aprile.

Una scaletta varia in cui il cantautore si mette al servizio del suo pubblico e viceversa, in uno scambio empatico di stampo quasi osmotico, supportato da una band affiatata e da un palco estremamente minimale.

La forza delle canzoni sta tutta lì, in due ore di emozioni belle, sincere, tra lacrime reali e un nodo alla gola che fa pensare a quella sliding door del 2016 e a quel 2017 stellare tra Sanremo, Eurovision e l’estate al suono di Tra Le Granite e le Granate.

Un viaggio nel tempo tra i pezzi uptempo e quelle ballate che mettono sempre in risalto una capacità di scrittura unica, incredibile. Una forza compositiva che costituisce l’asso nella manica di un musicista sopraffino, che a volte sembra quasi sprecato nell’universo pop italiano.

Un artista completo che si muove con maestria tra brani differenti anche per struttura, ma accomunati da un’interpretazione in cui si avverte quell’onda emotiva che parte dal cuore di un uomo vero. Un uomo speciale che non ha mai avuto paura di ammettere errori e debolezze, criticità e successi e che vive la musica assaporandone ogni singola nuance.

Francesco Gabbani conquista il Forum e poco importa per l’assenza di Ornella Vanoni, bloccata da una sindrome influenzale e da un palco che a tratti sembra fin troppo minimale. Le canzoni vincono e sanno riempire ogni vuoto.

Grazie Francesco per questa lezione di umiltà musicale, accompagnata dalla classe di un artista che forse ancora oggi si stupisce dell’amore che il pubblico prova per lui.

Francesco Gabbani, la scaletta del concerto al Forum

  • 1. Intro + Amen
  • 2. Duemiladiciannove
  • 3. Pachidermi E Pappagalli
  • 4. Eternamente Ora
  • 5. E’ Un’altra Cosa
  • 6. Foglie Al Gelo
  • 7. Tra Le Granite E Le Granate
  • 8. Spazio Tempo
  • 9. Il Sudore Ci Appiccica
  • 10. La Mira
  • 11. Occidentali’s Karma
  • 12. La Mia Versione Dei Ricordi
  • 13. Tossico Indipendente
  • 14. Viceversa
  • 15. Spogliarmi (acustico)
  • 16. Einstein (acustico)
  • 17. La Rete
  • 18. Il Bambino Col Fucile (acustico)
  • 19. Immenso (acustico)
  • 20. Puntino Intergalattico
  • 21. Un Sorriso Dentro Il Pianto
  • 22. Sangue Darwiniano
  • 23. Peace & Love
  • 24. Cancellami
  • 25. L’amor Leggero
  • 26. Volevamo Solo Essere Felici

Alfa, l’opening

Decisamente di livello anche l’opening act di Alfa, giovane cantautore che dimostra di avere le idee molto chiare e di saper padroneggiare un palco importante come quello del Forum di Assago.

Il giovane intrattiene il pubblico proponendo cinque suoi pezzi, tra cui il nuovo singolo, la versione in italiano di Snap di Rosa Linn.

Una solidità musicale ormai acquisita che si spera possa presto trovare la consacrazione, magari su un palco a un centinaio di chilometri dalla sua Genova

Foto di Francesco Prandoni