Maurizio Costanzo Sanremo

Maurizio Costanzo non ha mai amato il Festival di Sanremo e non perde occasione per dire la sua sulla kermesse.

L’ultima provocazione dalle pagine di Chi dove, rispondendo alle domande dei lettori, ha utilizzato parole ben poco edificanti nei confronti della rassegna.

Che non abbia ancora perdonato l’imitazione di Claudio Baglioni durante il Festival 2019? O il bacio del 2016 tra la moglie Maria De Filippi e Robbie Williams?

Maurizio Costanzo nel 2010 condusse il question time (una sorta di conferenza stampa in diretta su Rai 1) e una piccola parte della finalissima della kermesse, quando l’allora segretario del Partito Democratico fu travolto dai fischi, dopo essere stato interrogato su una questione riguardante lo stabilimento FIAT di Termini Imerese.

Sanremo, la provocazione di Maurizio Costanzo

“Diciamoci la verità: a Sanremo le canzoni non bastano, devono esserci anche delle sciocchezze di cui parlare. Anzi, io ho il sospetto che ci sia un apposito Ufficio Sciocchezze, dove alcuni si adoperano per dare disposizioni a Madame di dire una cosa, ad Anna Oxa un’altra castroneria… Ricordatevi che Sanremo è una macchina perfetta, tanto nelle canzoni, quanto nel dileggio.”

Parole decisamente discutibili, ma che non fermeranno la macchina del Festival, ormai in pieno fermento.