Vasco Rossi Siamo Qui Nuovo singolo

Vasco Rossi Siamo Qui significato testo
Cresce l’attesa per la pubblicazione del nuovo singolo di Vasco Rossi, che arriverà allo scoccare della mezzanotte di venerdì 15 ottobre.

Il rocker di Zocca ha presentato il nuovo singolo in una conferenza stampa a Milano e ha riportato alcuni estratti nei post e nelle storie Instagram.

Un singolo che, da quello che si può cogliere, è un’analisi psicologica semplice, ma allo stesso tempo complessa. Una riflessione nata dalla lettura di Martin Heidegger, Jacques Lacan e Massimo Recalcati.

Vasco Rossi, un’anticipazione del testo e del significato di Siamo Qui

Queste le parole postate da Vasco Rossi in alcuni video nelle storie Instagram.

“Se non vi dispiace… vorrei leggervi il testo…

‘Siamo qui.. pieni di guai… A nascondere quello che sei in quello che hai!’

Quelli di cui parlo sono i guai esistenziali, che fanno parte di quelli dell’esistenza umana. Andiamo avanti per questa strada.

Abbiamo dimenticato quello che siamo e pensiamo di essere quello che abbiamo. Abbiamo iniziato un’evoluzione che ci ha portato ad avere dei guai.

Non pensiamo all’essere, ma all’avere. Pensiamo di essere quello che abbiamo e ci confondiamo.

‘Ma com ’è
Ma cos’è
Ma dov’è’

Il testo poi va avanti.

‘Siamo qui, soli e delusi.’

Anche questa è la sensazione che ho.

‘A confondere quello che sei dentro quello che usi.’

Praticamente la tecnica non è più al servizio dell’uomo, ma adesso è solo al servizio di sé stessa. E l’uomo è diventato non il fine della tecnica, ma addirittura il limite.

‘Sei una persona che vale solo se sei utile.’

Proprio come dice Galimberti. Se sei utile va bene, altrimenti no! Vieni allontanato, emarginato.”

In un’intervista rilasciata al Tg1, invece, il Blasco ha parlato del potere di una canzone.

“Hanno il potere di comunicare e condividere delle emozioni, rabbia e frustrazioni. Le parole sono molto importanti e andrebbero usate con responsabilità. Mi sono sempre arrogato il diritto di parlare a nome di tanti. Io mi sento l’espressione di tanti.”

Un singolo accompagnato da un videoclip, diretto da Pepsy Romanoff, nel quale appare anche Alice Pagani.