Pinguini Tattici Nucleari

Pinguini Tattici Nucleari Seat Music Awards
I Pinguini Tattici Nucleari, sul palco dell’Arena di Verona in occasione della seconda serata dei Seat Music Awards, hanno celebrato un momento eccezionale per la loro carriera.

La partecipazione al Festival di Sanremo 2020, culminata con un eccellente terzo posto, li ha portati a una ribalta nazionale che è coincisa con una rivalutazione dell’album Fuori dall’Hype (ribattezzato aggiungendo il titolo del pezzo sanremese Ringo Starr) e la pubblicazione dell’Ep Ahia!.

Un riscontro eccezionalmente positivo che si sta verificando nonostante i ragazzi non abbiano ancora avuto la possibilità di portare in tour le nuove canzoni.

La tournée, inizialmente prevista al via dopo Sanremo 2020, è stata ulteriormente rimandata e i ragazzi lo hanno comunicato con un post a poche ore dalla loro esibizione sul palco dell’Arena di Verona.

“Non avremmo mai voluto scrivere queste righe, come già abbiamo dovuto fare in passato. Speravamo, e ci abbiamo provato fino all’ultimo, di poter fare i concerti programmati per fine settembre. Ad oggi, il limite di capienza per i concerti nei palazzetti è 2500 persone distanziate. Il Forum di Milano, per citarne uno, può ospitarne 10500. Noi ne faremo tre, tutti soldout. In uno scenario ipotetico significherebbe ri-programmare 13 serate al Forum e potete immaginare da voi perché non sia possibile. Aggiungeteci tutte le altre date in programma e capirete perché è necessario rimandare di nuovo tutto.

Nei prossimi giorni uscirà un comunicato di @bpmconcerti che indicherà le nuove date e le modalità di accesso. Abbiamo voluto comunicarvelo ora per consentirvi di organizzarvi al meglio. Sappiamo che non è abbastanza, ma anche noi siamo in balia delle notizie. Quando è entrato in vigore il green pass ci abbiamo creduto. Ci auguravamo cambiasse qualcosa nel mondo dei concerti, che ci sarebbe stato permesso di tornare a fare il nostro lavoro. Quando abbiamo visto che in altri paesi le persone tornavano ad abbracciarsi sotto un palco ci siamo esaltati. Invece niente.

Il prossimo tour sarà il primo nei palazzetti e il primo dopo Sanremo. Tanti oggi conoscono questa band di Bergamo dal nome un po’ pittoresco. Avremmo potuto suonare st’estate e molti ce lo hanno chiesto. Abbiamo però fatto una scelta che ci teniamo a ribadire: vogliamo che i primi a vedere i nostri concerti siano quelli che hanno acquistato i biglietti per questo tour. Non vogliamo che nessuno là fuori si trovi ad aver un nostro biglietto e dover spendere altri soldi per un nuovo concerto. C’è chi ci aspetta dal 2019. È una questione di rispetto, anche perché ci stiamo adoperando perché sia un live grandioso.

Non sappiamo quanto durerà questo protocollo per gli spettacoli al chiuso. Se rimarrà in vigore un giorno, un mese, un anno. È soprattutto questa incertezza che ci devasta. Non si vede la luce in fondo al tunnel. E in tutto ciò nessuno dall’alto ci ascolta, che è davvero paradossale, perché il nostro mestiere significa principalmente farsi ascoltare da qualcuno, di solito.

#fatecisuonare”

Alle parole sentite dei ragazzi bergamaschi si sono uniti molto altri artisti, tra cui Enrico Melozzi, direttore d’orchestra e Maestro Concertatore della Notte della Taranta 2021.

“La vostra onestà intellettuale traspare dalla vostra musica quanto dalle vostre scelte. Credo che questa decisione non possa che farvi un immenso onore. Fossero tutti come vuoi questa italia sarebbe migliore, e di molto. A presto amici Pinguini vi voglio bene Melox.”

Videointervista ai Pinguini Tattici Nucleari Seat Music Awards

In occasione dei Seat Music Awards abbiamo incontrato i Pinguini Tattici Nucleari. Ecco la nostra videointervista.