Eurovision 2023 logo

Dopo due ore e un quarto di uno spettacolo veloce, rapido e scorrevole, in archivio la prima semifinale dell’Eurovision 2023, con risultati a tratti scontati, ma con qualche sorpresa.

Una serata con la musica al centro ed esibizioni mai eccessivamente sopra le righe, con picchi di originalità e momenti di entusiasmo puro. Oltre due ore di uno show grandioso che, raccolto il testimone da Torino, si propone in una forma ancora più contaminata e qualitativamente sempre notevole.

Musica e messaggi sociali, in un connubio reso unico dalla capacita del meccanismo eurovisivo di creare ponti invisibili, ma resistenti.

Eurovision 2023, i risultati della prima semifinale

Questo il risultato della prima semifinale, scaturito soltanto dai voti del pubblico.

Passano alla finale

Croazia Let 3 Mama šč! (Seconda metà)

Moldavia Pasha Parfeni Soarele şi Luna (Seconda metà)

Svizzera Remo Forrer Watergun (Prima metà)

Finlandia Käärijä Cha cha cha (Prima metà)

Repubblica Ceca Vesna My Sister’s Crown (Seconda metà)

Israele Noa Kirel Unicorn (Seconda metà)

Portogallo Mimicat Ai coração (Prima metà)

Svezia Loreen Tattoo (Prima metà)

Norvegia Alessandra Queen of Kings (Seconda metà)

Serbia Luke Black Samo mi se spava (Prima metà)

Eliminati

Azerbaigian TuralTuranX Tell Me More

Irlanda Wild Youth We Are One

Lettonia Sudden Lights Aijā

Malta The Busker Dance (Our Own Party)

Paesi Bassi Mia Nicolai & Dion Cooper Burning Daylight

Durante la semifinale il pubblico ha potuto ammirare un video di un minuto dell’esibizione dei rappresentanti di Francia, Germania e Italia, con un’ovazione vera e propria che ha accompagnato le note di Due Vite di Marco Mengoni.

Prossimo appuntamento giovedì 11 maggio alle 21. Sul palco altri 16 paesi e i video delle esibizioni dei rappresentanti di Ucraina, Regno Unito e Spagna.